martedì 2 ottobre 2012

Last Resort, l'incubo della guerra secondo gli Usa


Presentata al Roma Fiction Fest la serie “Last Resort”: l’equipaggio di un sottomarino Usa si rifiuta di bombardare il Pakistan e, attaccato dallo stesso esercito americano, finisce per rifugiarsi su un’isola del Pacifico. Fantapolitica, battaglie e amore. A metà strada fra “Lost” e “Homeland” 


Sul tappeto rosa del Roma Fiction Fest è arrivato un ospite singolare: un sottomarino, che ha sfilato come un vero protagonista. In effetti il sommergibile è uno dei “personaggi” principali di Last Resort, serie targata ABC, che segue le vicende dell’equipaggio del sottomarino militare USS Colorado. 

Creata da Shawn Ryan, autore di “The Shield” e “The Unit”, “Last Resort” si immerge nell’azione insieme al sottomarino di Classe Ohio, capitanato dal comandante Marcus Chaplin (Andre Braugher) che, spalleggiato dal comandante in seconda Sam Kendal (Scott Speedman), si rifiuta di bombardare con testate nucleari il Pakistan senza un motivo specifico. Rifiutato l’ordine, il sottomarino viene attaccato dagli stessi soldati degli Stati Uniti che poco dopo sferrano l’attacco contro il Pakistan. Creduti morti, i superstiti dell’equipaggio si rifugiano su un’isola del sud del Pacifico, la Sainte Marina, dove prendono possesso di una base NATO. Qui scoprono di essere tra due fuochi: l’imminente guerra mondiale e la criminalità del luogo, che non vuole spartire l’isola con dei militari.

Presentata come una fusione tra “Lost” e “Homeland”, la serie affronta il tema della guerra preventiva, con intrighi politici non chiari. Girato da Martin Campbell, autore di film d’azione come “Vertical Limit”, “La maschera di Zorro” e “Casino Royale”, il pilot di “Last Resort” è un concentrato di adrenalina che in soli 60 minuti introduce un folto gruppo di personaggi, passa dall’ambiente chiuso del sottomarino a quello vasto di un’isola, introduce elementi di fantapolitica, scene di combattimento e relazioni amorose. 

Per il momento a emergere sono il comandante Chaplin, che rappresenta il militare ideale, quello che non esegue gli ordini ciecamente ma che riesce a vedere il quadro complessivo della situazione, il comandante in seconda Sam Kendal, interpretato da Scott Speedman, che torna in tv a dieci anni di distanza da “Felicity”, e l’ufficiale Joseph Prosser interpretato dal glaciale Robert Patrick, che è invece il soldato che esegue gli ordini senza domandarsi il perché. 

Presentata a Roma in anteprima a pochi giorni di distanza dal lancio americano, “Last Resort” arriverà sugli schermi italiani il prossimo 8 ottobre su Fox, canale 111 di Sky.


Pubblicato su TvZap.

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...