lunedì 25 febbraio 2008

Oscar 2008: That’s all folks!

Assegnati i premi dell'Academy Awards.

E anche quest’anno i premi ai migliori artisti cinematografici sono stati assegnati.
I fratelli Coen con “Non è un paese per vecchi” hanno stravinto: Oscar come Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Sceneggiatura Non Originale e Miglior Attore Non Protagonista (Javier Bardem).

I fratelli Coen

“Il Petroliere” ha visto il trionfo di un commosso Daniel Day-Lewis, premio Oscar per la seconda volta, come Miglior Attore Protagonista e si è aggiudicato anche il premio per la Miglior Fotografia.

Daniel Day-Lewis

Per la categoria attori, certi da tempo i premi per Day-Lewis e Bardem, confermato il mio pronostico sulla francese Marion Cottilard come Miglior Attrice Protagonista (che è letteralmente impazzita quando hanno proclamato la sua vittoria) e totalmente inaspettata la vittoria come Miglior Attrice Non Protagonista di Tilda Swinton: un premio che mi ha sorpreso perché in genere la Swinton è un’ottima attrice ma spesso ignorata da coloro che devono assegnare premi.
Una curiosità: quest’anno i migliori attori sono tutti europei, con gli inglesi Day-Lewis e Swinton, la francese Cotillard e lo spagnolo Bardem, non c’è traccia di artisti americani.
Rimane la grande delusione per l’ennesima sconfitta di Johnny Depp: l’Academy pare averci preso gusto a nominarlo per poi non premiarlo.

Marion Cotillard

Il Miglior Film d’Animazione è stato “Ratatouille”: “Persepolis” forse è troppo particolare e politicizzato per i gusti americani.
Miglior Film Straniero è stato decretato “Il Falsario – Operazione Behernard”.
Per quanto riguarda gli italiani hanno vinto il premio per le Migliori Scenografie del film “Sweeney Todd” l’inossidabile Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo (che avevano già vinto l’Oscar per “The Aviator”), e Dario Marianelli, che ha conquistato la statuetta per la Miglior Colonna Sonora del film “Espiazione”.
Miglior Canzone è stata giudicata “Falling Slowly” del film “Once”, scritta da Glen Hansard e Marketa Irglova: alla faccia di Alan Menken che aveva ben tre nomination per il film “Come d’incanto”.
La Migliore Sceneggiatura Originale è stata giudicata quella di “Juno”, scritta dalla singolare Diablo Cody: ex-spogliarellista, si è presentata sul tappeto rosso tatuata e leopardata, ma ha conquistato tutti.

L'insolito look di Diablo Cody

Altri premi sono andati a “The Bourne Ultimatum”: Miglior Montaggio e Miglior Montaggio Sonoro.
“La bussola d’oro” ha avuto il premio per i Migliori Effetti Speciali, “Elizabeth The Golden Age” quello per i Miglior Costumi, “La vie en rose” il Miglior Trucco.
Inoltre: Miglior Documentario è stato quello di Alex Gibney e Eva Orner “Taxi To The Dark Side”; Miglior Documentario Breve “Freeheld” di Cynthia Wade e Vanessa Roth; Migliori Cortometraggi “Les Mozart des pickpockets” di Philippe Pollet-Villard e quello Animato “Peter & The Wolf” di Suzie Templeton e Hugh Welchman.

L'evento è stato presentato di nuovo da Jon Stewart, che però era stato più brillante nell’edizione del 2006. In realtà tutta la serata è sembrata sottotono: lo spettro dello sciopero degli sceneggiatori era ancora nell’aria.

Jon Stewart

A movimentare lo show ci sono stati i numeri musicali delle cinque canzoni nominate per il premio.

Per quanto riguarda il Red Carpet, le star quest’anno hanno scelto fondamentalmente tre colori: il rosso (tantissimo), il classico nero e il bianco.
Tra i tanti vestiti delle signore i più belli sono stati, a mio avviso, quello rosso indossato da Heidi Klum e quello bianco portato dalla moglie di Forest Whitaker.

Heidi Klum in un favoloso abito rosso di Dior


Keisha Whitaker in uno stupendo abito bianco


Incredibile come moltissime attrici famose abbiano presenziato alla serata in dolce attesa: Cate Blanchett (al settimo mese di gravidanza), Nicole Kidman e Jessica Alba (mancava solo la Jolie!).

Cate Blanchett

Nicole Kidman


Jessica Alba

In sostanza una serata non molto entusiasmante, con pochissimi colpi di scena, praticamente zero satira politica, niente sketch divertenti e numeri musicali non particolarmente memorabili.
E questo è tutto gente!

I fratelli Coen con Martin Scorsese



Daniel Day-Lewis, Tilda Swinton, Marion Cotillard, Javier Bardem

3 commenti:

  1. E' raro trovare una ragazza giovane (e anche bella a quel che vedo) che ama la musica classica. Se vuoi, ti mando per email un cd di classica con arrangiamento moderno. Un saluto dal mare!!! Ciao e complimenti. Oreste

    RispondiElimina
  2. Commento uguale per tutti i bloggers che conosco: indignamoci all'unanimità! Non voglio fare pubblicità al mio blog, per questo non c'è il link al post che ho scritto sull'argomento, ma per conoscenza vi rimando a quanto dicono i seguenti:

    http://blog.camisani.com/2008/02/nauseato-da-vespa.html

    http://dottorcarlo.wordpress.com/2008/02/25/mandiamolo-a-casa/

    http://maestrazen.blogspot.com/2008/02/grazie-vespa.hatml

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...