martedì 20 ottobre 2009

Plan B

La storia di un insolito corteggiamento



Mai come in questi ultimi anni il tema dell'omosessualità è stato tanto attuale al cinema.

Dal 2006, anno dello splendido I segreti di Brokeback Mountain di Ang Lee, le pellicole con protagoniste coppie gay sono incrementate esponenzialmente. E visti gli ultimi fatti di cronaca sembra non sia una scelta casuale. A parlarne questa volta è l'argentino Marco Berger, giovane regista di appena 30 anni, al suo primo film dietro la macchina da presa.

In Plan B Bruno scopre che la sua ex ragazza, che egli stesso aveva lasciato sei mesi prima, ha trovato un nuovo amore: Pablo. Pablo fa il fotografo, è bello e tenebroso e Bruno scopre in se stesso sentimenti di profonda gelosia e invidia.

Decide quindi di riconquistare la sua ragazza. Ma dopo un po' questo non gli basta. Per separare i due innamorati il ragazzo escogita un piano complicato e insolito: sedurrà Pablo.


Manuel Vignau e Lucas Ferraro

Conquistando pian piano l'amicizia del rivale e cercando di sedurlo, Bruno scopre che forse non agisce per riottenere la sua ragazza ma perché è terribilmente e irresistibilmente attratto da Pablo.

Una pellicola sicuramente originale nell'idea ma non all'altezza della situazione: anche se ci troviamo di fronte ad un'opera prima certe ingenuità nella realizzazione sono imperdonabili.

La fotografia troppo buia ci impedisce di entrare in sintonia con le immagini che vediamo, i lunghissimi primi piani fissi sui volti dei due protagonisti alla lunga stancano anche il più paziente degli spettatori - se non siete David Lynch è sempre meglio evitare - e rimane inspiegabile la scelta di inquadrare continuamente palazzoni grigi dall'aria spoglia e triste.

Le migliori intenzioni se realizzate con povertà di mezzi espressivi non possono salvare un film: quello che c'era di buono nella storia va inesorabilmente perso con l'inadatta padronanza del mezzo cinematografico del giovane regista argentino.

Alla fine non resta che l'interminabile gioco di sguardi dei due protagonisti e una tremenda noia.


La citazione: "Lui è più bello di me?"

Voto:

Pubblicato su MpNews.

4 commenti:

  1. ahah non ci credo hai trovato la foto delle mutande!! filmaccio inguardabile

    RispondiElimina
  2. Pure le mutande so' inguardabili...

    RispondiElimina
  3. Uno dei film più inutili degli ultimi 50 anni.

    RispondiElimina
  4. Ma brutto forte, oh!!!!
    Non ci potevo credere....
    ^^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...